giovedì 9 febbraio 2012

Acquisto auto per invalidi con iva agevolata


Agevolazione IVA auto per disabili

Quali sono per il 2012 le agevolazioni fiscali ai fini iva per l’acquisto di un’auto per disabili ?

Le persone disabili possono beneficiare in caso di acquisto di un’auto dell’IVA agevolata ad aliquota del 4%, invece dell’aliquota iva ordinaria del 21%.

Tale agevolazioni può essere fruita a patto che l’autoveicolo che si intende acquistare sia di cilindrata fino a 2000 centimetri cubici, nel caso di acquisto di auto con alimentazione a benzina, e fino a 2800 centimetri cubici, nel caso di acquisto di auto con alimentazione a gasolio.

Nulla cambia se l’autovettura acquistata trattasi auto nuova o auto usata o se nell’acquisto vi siano componenti come optional.

Auto con adattamenti per disabili

L’agevolazione dell’Iva ridotta al 4% per il 2012 vale anche per l’acquisto di dispositivi d’ausilio per disabili che si intendono installare sull’autovettura, ovvero anche per le prestazioni di adattamento di auto non adeguate già in possesso da parte dell’invalido (anche nel caso di autovetture di cilindrata superiore alle enunciate soglie massime) e alle cessioni di congegni e ausili per disabili impiegati per l’adattamento dell’auto.

L’aliquota agevolata si applica solo per acquisti effettuati direttamente dal disabile o dal familiare
di cui egli sia fiscalmente a carico (o per prestazioni di adattamento effettuate nei loro
confronti).

L’agevolazione ad aliquota iva ridotta non può essere però beneficiata quando gli autoveicoli sono intestati non alla persona disabile, (anche nel caso in cui le auto sono adibite al trasporto di disabili) ovvero nell’ipotesi in cui gli autoveicoli sono intestati a terze soggetti, ad imprese, a cooperative, ad enti pubblici o a enti privati.

In più, diversamente per come succede per le agevolazioni fiscali ai fini IRPEF,  l’agevolazione dell’IVA al 4% sulle auto per disabili non è vincolata da tetti massimi di costi di spesa, per una sola volta in un periodo temporale di 4 anni (a decorrere dalla data di acquisto).

E’ possibile riottenere tale vantaggio fiscale anche prima di osservare la prevista scadenza  quadriennale, dal momento in cui la prima autovettura per la quale si è ottenuto il beneficio fiscale sia stata cancellato dal PRA.

Quali sono gli obblighi delle aziende che vendono auto con aliquota iva ridotta al 4% ?

Le aziende che cedono autovetture per il trasporto per i disabili con l’aliquota Iva agevolata deve provvedere all’emissione della fattura fiscale nel corpo della quale deve essere riportare l’annotazione che trattasi di operazione a norma della L. 97/86 e della L. 449/97, ossia della L. 342/2000 oppure della L. 388/2000.

Nell’ipotesi di auto di importazione per disabili gli estremi della L. 97/86 devono essere riportati sulla bolletta doganale;

- comunicare all’ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate il giorno dell’avvenuta operazione, la targa dell’auto, le generalità e la residenza del cessionario.
 
La relativa comunicazione deve essere effettuata soltanto nell’ipotesi di vendita di un autoveicolo ed entro il termine di trenta giorni dalla data della vendita dell’auto oppure dell’importazione dell’auto.

Inoltre la comunicazione deve essere inoltrata nei confronti dell’ufficio territorialmente competente in relazione alla residenza di colui che acquista l’automobile.

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento